Le società di tiro La Mendrisiense, La Balernitana e Aurora Stabio si sono riunite in
amicizia per competere congiuntamente alla Festa Federale di Tiro Lucerna 2020,
tenutasi, come è noto, in forma decentralizzata. Alla presenza delle autorità dei
comuni coinvolti, il presidente de La Mendrisiense Solcà ha fatto notare che
trentamila tiratrici e tiratori sono iscritti alla Festa, ma la decentralizzazione favorirà
senz’altro la crescita di questo numero, poiché facilita la partecipazione anche a chi
non avrebbe potuto recarsi a Lucerna. Il sindaco di Mendrisio Cavadini ha ringraziato
le società di tiro per aver organizzato questa festa che, grazie all’allentamento delle
misure sanitarie, ha potuto radunare così tante persone. «Quest’atmosfera
conviviale ci fa sentire – e continuare a sperare – che stiamo pian piano tornando alla
normalità», ha affermato Cavadini, prima di ricevere in dono, unitamente ai colleghi
Paolo Danielli, Luca Pagani e Katia Fabris, la speciale maglietta creata per
sottolineare l’evento sportivo. Ben centootto tiratrici e tiratori hanno gareggiato al
Centro di Tiro Sportivo di Penate, ma ciò che fa più piacere è la partecipazione di ben
ventotto giovani. La lunga giornata di tiro di sabato 26 giugno ha avuto un
degnissimo finale con una succulenta cena, allietata dalle coinvolgenti canzoni
popolari del gruppo Tirabüscion. I calici sono stati levati per Massimo Tela e Primo
Maspoli, che possono contabilizzare ammirevoli 50 e 51 anni di attività in seno a La
Mendrisiense. Viva!
Nadia Pellegrini
02 luglio 2021

Categorie: News - novitàPress