Sabato 29 febbraio si sono tenuti a Bellinzona i Campionati Ticinesi Pistola Aria Compressa Gruppi. Presente una compagine momò con Bernardo Bernaschina, Eros De Berti, Giuseppe Libertino e Barbara Lupi. Essi hanno tirato una buona qualifica, piazzandosi al 2° rango provvisorio su 9 e qualificandosi così per la finale, senza però poi riuscire a esprimersi di nuovo altrettanto bene: 4° rango per loro, a un solo punto dal terzo gruppo classificato. Domenica 1° marzo a Lugano è stata invece la volta dei campionati individuali. Per La Mendrisiense hanno gareggiato in appoggio Franco Mombelli, Simone Stefanini e Guido Robbiani. Tra i tiratori in appoggio figurava anche, quale invitato, l’amico tiratore bregagliotto Romano Giovanoli, grande sostenitore di questa disciplina relativamente nuova. A braccio libero hanno partecipato alla competizione i momò Bernardo Bernaschina, Eros De Berti, Giacomo D’Onghia, Giuseppe Libertino, Mauro Macchi e Maurizio Mongillo. De Berti si è qualificato per la finale al 2° rango con punti 553/600. Durante la finale è stato tradito da un colpaccio ma è riuscito comunque a chiudere sul podio: bronzo per lui! Bernaschina, che si è avvicinato alla disciplina PAC solo da un anno, non credeva alle proprie orecchie quando ha udito il suo nome tra i qualificati alla finale: ebbene, non solo ha disputato un’ottima gara, ma ha ottenuto un veramente degno di lode 5° rango, ricevendo i complimenti da
parte degli altri presenti. “Questa competizione è stata per me una splendida esperienza”, ha commentato visibilmente soddisfatto il tiratore momò.

Nadia Pellegrini
06 marzo 2020

Categorie: PACPistola